Archivi tag: Gabriel Fauré

accostamenti arditi

Quanta musica classica all’interno de Il Divo di Sorrentino! Ho riconosciuto Il gardellino, la Danse macabre, la Pavana di Fauré (tra l’altro nell’interpretazione che ascolto sempre anch’io, quella diretta da Charles Dutoit; questa invece è una versione superveloce, non priva di fascino, by Ashkenazy). Soprattutto molto Sibelius, vale a dire il Finale del Concerto per violino (mostruoso, qui, Oistrakh), e l’incipit della Seconda Sinfonia. Quest’ultimo è l’accostamento più ardito e affascinante: il calmo avvio in re maggiore utilizzato in piano sequenza con Riina e gli altri capi mafiosi nella gabbia/vetrata del maxiprocesso crea un ossimoro destinato a restare in mente.

SSSS (Seiji’s symphonic+sacred side)

dopo l’elektro-choc della scorsa settimana, ho agganciato online una bella galleriuzza per la serata di ieri e, pur con un po’ di stanchezza indosso, mi son recato al concerto sinfonico+sacro del nostro beniamino.
Poco da dire, un’ottima interpretazione, applauditissima e appagante. Come amavo scrivere in cartaceo: appena appena qualche intoppo sulla via dell’eccellenza.
La Jupiter è stata un po’ diesel, ma alla fine più che soddisfacente. Ozawa tende ad interpretarla soffermandosi sulla sua vitalità e complessità ritmica. Continua a leggere →