Archivi della categoria: mare

taccuino del Versiliante bradipo

che mi riduca quasi sempre agli ultimi giorni per visitare le mostre è noto a chiunque segua il blog o mi conosca. Quindi, a uso personale ma magari anche vostro, mi appunto gli eventi che vorrei non lasciare scorrere via.

Tutte mostre a ingresso libero eccetto Maccari.
Per la prima tranche mi arrangerò nel prossimo weekend (con prevalenza a Maccari), per la seconda per fortuna ho un po’ di tempo in più.

Segnalo anche che mentre scrivo – le 19 di sabato – sia il sito del Comune di Forte dei Marmi sia quello di Villa Bertelli (sede tra l’altro della Biblioteca Comunale) appaiono downtime, fuori servizio. Il primo stricto sensu, il secondo invece è accessibile ma svuotato di contenuti. Sperando in una rapida soluzione, segnalerò qui quando torneranno online. Informazioni benvenute. UPDATE: tutto ripristinato

img from wikipedia. Fair use intended

comunicazione diS-servizio

solo per dire che oggi decorre un mese esatto dalla mia iscrizione e richiesta infruttuosa di prestito librario. I documenti richiesti si rendono disponibili per il prestito entro i due giorni lavorativi successivi alla prenotazione, recita il regolamento online, però “la avvertiamo noi per cellulare” (trascrive il numero su due fogli, sbagliando. Correggo). Volete anche la mail, per sicurezza? “no no non ce n’è bisogno”. E allora, siccome avevo chiesto i Carmi di Catullo che mi dovevano servire per la nota su Citton ma subito dopo ho trovato la stessa edizione in rete, non vi ho sollecitato più per testare quando finalmente mi avreste chiamato, e non lo avete mai fatto. Così bye bye biblioteca comunale del buen retiro, ti lascio alla tua funzione precipua di sala studio per universitari e belle universitarie/ specchio del desiderio della mia gioventù spesa male, mi fido degli sguardi sbigottiti al mio varcare la soglia (un vecchio con la coda che vuole un libro in prestito? sarà un pericoloso comunista??) e, siccome il mio tempo ha un’utilità economica e per fortuna il free wi-fi comunale funziona piuttosto bene, d’ora in poi ti surrogo col Kind1e direct download e buonanotte al secchio.

Owly Images

barchette ecologiche costo zero

forse madre natura aveva previsto l’uscita di Ombretta Colli da Lerner ieri sera («suvvia, chi è che non ha mai fatto una vacanza in barca?» e mezzo studio alzò la mano. Ci fossi stato io le avrei chiesto se valeva anche il canotto), e ha voluto garantire barchette per tutti. Sta di fatto che in un mordi e fuggi versiliese ho potuto constatare e fotografare la massiccia moria di velelle, o barchette di San Pietro (Velella velella), fenomeno che sta interessando il Tirreno in questi giorni. Dalle “mie” parti non si è forse arrivati alle quintalate del genovese, del livornese o della Sardegna, ma il ritrarsi dell’onda ha portato una striscia azzurra che si protrae incredibilmente a perdita d’occhio. Si tratta di piccole e graziose meduse completamente innocue in tutte le loro parti, che daranno da fare ai bagnini perché dopo poche ore al sole puzzano notevolmente, quindi se non le rimuoveranno in tempo rischiano di rovinare la “calata” del primo maggio. Alcuni biologi valutano la sovrabbondanza di velelle positivamente, un segno che il mare è in salute; a me sembra più che altro un indizio che la temperatura marina è un po’ più alta delle medie stagionali.
Ecco le mie foto (cellulare + tempo nuvoloso = bassa qualità).