barchette ecologiche costo zero

forse madre natura aveva previsto l’uscita di Ombretta Colli da Lerner ieri sera («suvvia, chi è che non ha mai fatto una vacanza in barca?» e mezzo studio alzò la mano. Ci fossi stato io le avrei chiesto se valeva anche il canotto), e ha voluto garantire barchette per tutti. Sta di fatto che in un mordi e fuggi versiliese ho potuto constatare e fotografare la massiccia moria di velelle, o barchette di San Pietro (Velella velella), fenomeno che sta interessando il Tirreno in questi giorni. Dalle “mie” parti non si è forse arrivati alle quintalate del genovese, del livornese o della Sardegna, ma il ritrarsi dell’onda ha portato una striscia azzurra che si protrae incredibilmente a perdita d’occhio. Si tratta di piccole e graziose meduse completamente innocue in tutte le loro parti, che daranno da fare ai bagnini perché dopo poche ore al sole puzzano notevolmente, quindi se non le rimuoveranno in tempo rischiano di rovinare la “calata” del primo maggio. Alcuni biologi valutano la sovrabbondanza di velelle positivamente, un segno che il mare è in salute; a me sembra più che altro un indizio che la temperatura marina è un po’ più alta delle medie stagionali.
Ecco le mie foto (cellulare + tempo nuvoloso = bassa qualità).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...