O Nume tutelar…

Prima della recensione dell’evento di ieri, doveroso uno statement di emozione per avere conosciuto il Nume dei critici.
Prima della rappresentazione il mio s-bigotti-mento mi ha giocato uno scherzo. Tacito, solo, sanza compagnia in una sala ancora semivuota, mi rammaricavo via sms in questo modo: mica pretendo Charlize, ma che nella fila dietro, deserta tranne un posto, ci debba essere proprio un prete m’inquieta… Poi mi accorgo che "il prete" sale sul palcoscenico e allora lo riconosco: è Quirino Principe che (metodo Stanislavskij?) ha indossato un abito talare per il ruolo di voce recitante nella Missa super l’homme armé di Maxwell Davies (piatto forte della serata di ieri, ne parleremo). Ah ah!
Dopo la sua mercuriale performance ho preso animo, mi sono congratulato e abbiamo scambiato alcune parole, mi ha pure autografato il libretto (cliccate sull’immagine per ingrandire) definendosi non "nume" ma demone/daimon 🙂

Annunci

4 Risposte

  1. Ogni volta che ho sentito Quirino Principe ho imparato molto, e ci mancherebbe che non sia così!
    Strabiliante la sua capacità affabulatoria, è veramente un’icona della Cultura (notare la maiuscola, pliz!)
    Riciao!

  2. Che scherzi da prete! 😉
    Quirino, come dicono a Paris, è un figo della ma*#*na!
    Ehm… autocensura (too light)

    yours

    MAURO

  3. Memorabili anche gli “enigmi” che proponeva anni fa, alla domenica pomeriggio, su Radio3…

  4. Davvero strepitoso. Il demone, è ciò che ho sempre pensato di lui (oppure lo gnomo) o anche che si sentisse odore di zolfo quando è nei paraggi… che presenza! Mi sono assolutamente arresa quando mi ha fatto… il baciamano!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...