Arrigos Trauermarsch

Questa mattina a Roma si è tenuto il funerale laico di Arrigo Quattrocchi. Con lui se ne va, nel fiore dell’età creativa, un vero intellettuale e una persona così affabile da offrirmi spontaneamente la sua amicizia di penna per il solo fatto di avere avuto la sua voce come cara e inseparabile compagna delle mie scritture notturne.
Claudio Rampini ne propone un ricordo sul suo sito: uno scritto giovanile in cui si coglie quell’entusiasmo propositivo che non lo ha abbandonato neppure negli ultimi tempi.
Naturalmente vi si sofferma anche il Manifesto, giornale di cui è stato storica firma.
Ma la testimonianza più bella è forse quella di un utente (enziotempo) di IAMC che ha postato la registrazione di un valzer op. postuma di Chopin eseguito da Arturo Benedetti Michelangeli, prova ripescata dagli archivi musicali della RAI proprio grazie al Nostro infaticabile amico; queto frammento sonoro rappresenta bene la sua dedizione assoluta e intelligente alla Musica.
Nel frattempo risuonano (in teatro e su RadioTre) le note del primo Crepuscolo; tra qualche ora la marcia funebre di Sigfrido che precede l’ecpirosi, un dittico quasi a simboleggiare la fiamma musicale che travalica le nostre contingenze e sublima i nostri animi. Ciao Arrigo.
Annunci

Una Risposta

  1. Avrei preferito incontrare questo blog in occasioni migliori. Sono vicino al dolore e al riconoscimento immenso di Arrigo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...