colpi del destino

dopo una Quinta di LvB parecchio piacevole, in cui I Solisti Fiorentini non si sono risparmiati ed hanno messo in risalto appieno la tensione drammatica, maturo l’idea che sia una sinfonia massimamente rivolta agli occhi oltre che alle orecchie. Focalizzare il continuo rincorrersi degli archi, il vigoroso basso, l’estrema funzionalità del tutto, ben restituita dall’orchestra guidata da Giovanni Fornasieri, è stato un godimento nel godimento.

Annunci

2 Risposte

  1. ho ascoltato e “guardato” l’esecuzione della quinta di beethoven la scorsa primavera affidata ai wiener sotto la direzione di mehta, ed ho provato la stessa completa soddisfazione che hai descritto, dovuta oltre che all’eccelso livello, anche, appunto, alla componente visiva.
    bello esprimere un pensiero per mino reitano, che aveva una voce di ottima qualità e grande trasporto musicale.
    un saluto
    a presto!

  2. Grazie, a prestissimo direi (oggi c’è l’antegenerale)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...