nemo propheta etc.

il giorno dell’Epifania, mentre ero a Londra, è scomparso il grande poeta e storico dell’arte fiorentino Alessandro Parronchi. Due giorni dopo si sono tenuti i funerali alla SS. Annunziata: nella pressoché generale indifferenza dei cittadini (se n’è accorta anche Repubblica del 9 gen.).
Sono passati quasi venti giorni ma di una giornata di studio proprio non si parla. Polemizzo: forse perché nel frattempo non era divenuto senatore a vita. Cui prodest?
Eppure Parronchi era voce autorevole, benché discreta. Apparteneva – proprio con Luzi – a quella generazione ormai estinta, che veniva definita sbrigativamente "ermetica" ma che oggi, di fronte al bartezzaghismo in versi tanto di moda, risalta nella freschezza e, soprattutto, nel coraggio della semplice quotidianità.
Dunque una istituzione comunale propriamente detta non dovrebbe limitarsi a constatare la distanza della città al suo Poeta, ma dovrebbe fattivamente promuovere eventi finalizzati al riavvicinamento.
È questo l’auspicio, mentre vi invito alla lettura di una meritoria silloge sul blog La poesia e lo spirito.
Annunci

3 Risposte

  1. Ne approfitto, visto che parli di arte dello scrivere in poesia per risponderti al tuo fulmineo commento sul mio blog.

    Conte e de gregori dunque.
    Due consigli assolutamente azzeccati!
    Ma quali canzoni sceglieresti? Né su de gregori né su Conte sono molto ferrato. Anzi, su quest’ultimo potrei pure avere problemi di interpretazione visto le enormi differenze fra la mia e la sua voce. Ma forse proprio per questo ci sono premesse ottime per una interpretazione di un certo livello!

    Su de gregori mi sovvengo ora una “Alice” in versione solw jazz, la solita “donna cannolo” oppure “titanic” swingata.
    Mah…

    Riguardo a Parrocchi scopro le mie carte e dico con totale sincerità che nemmeno sapevo fosse morto.
    Vado subito a leggermi la silloge linkata.
    Un grazie è comunque d’obbligo sull’argomento.

    yours

    MAURO

  2. La sua morte è triste, ma non avendo parlato male di Berlusconi (almeno pubblicamente) non sarà ca…..volevo dire ricordato nemmeno di striscio !
    Mala tempora…ecc ecc
    Saluti
    Duccio

  3. …et ordo NON servabit vos[..] curiose le circostanze temporali per cui, in un quattro novembre già giorno della memoria per Firenze, mi sono ritrovato tra le mani un volumetto di poesie (fuori commercio, acquistato a metà prezzo tra i remainders) proprio nel 27esimo a [..]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...