il profeta Elias

Durante l’estate ho letto Auto da fé e concordo nella sua eccellenza narrativa.
Sostengo che la parte centrale sia un vero capolavoro, mentre la terza risente di un certo iato tra accademismo (le tematiche parallele di Massa e potere, su cui vedi qui) e brutalità della conclusione, la cui idea-forza emerge bene alla lettura come “eponima”, emblematica, caratterizzante, e storicamente preesistente al corpus narrativo che la precede (vedi intervista a fine libro, ma attenzione perché rivela il finale!). La prima parte invece è condotta bene, ma il pedale ossessivo viene spinto senza colorarlo e variarlo come si fa più oltre.
Dunque, Un mondo senza testa è gioiello assoluto, di strabiliante complessità nello sviluppo dei caratteri. Ricchissimi, ciascuno con la propria realtà allucinata e coesa, “parallelamente convergente” con quella altrui…universo perfettamente integrato con la grande, “lucida entropia” kafkiana (di cui il Nostro fu grande ammiratore), e quantomeno al suo pari per nitore narrativo. Un optimum anche nella felicità aforistica, con gemme tipo: «Kien si affrettò a non rispondere», ed altre che purtroppo non ho annotato al momento giusto.
Su Massa e potere tornerò dopo essermici imbarcato – di qui a cent’anni, dunque: considero questa lettura a venire come foriera di illuminazioni in particolare per un sociofobico come me. Tra il Ferragosto sulla spiaggia ed il giorno seguente, in cui mi son recato a Livorno per la nazionale [Italia-Croazia], e non è bastato un mese per riprendermi dalla bruttezza del match, ho visto masse che voi umani non potete neanche immaginare. Mi sforzerò, per quel poco di programmatico che ho letto come contenuto in Auto da fé, di conciliare interiormente questa teoria monumentale con la mia personalissima convinzione che ai nostri tempi, il fluire del singolo nella massa abbia perso molta parte della sua componente irrazionale: oggi si fa parte della massa con deliberate e calcolate finalità di auto-includersi socialmente. “Merito”, forse, dello svilimento etico-culturale-politico che tende a degradare il cuscinetto del libero associazionismo proprio in massa, e a deprimere l’opposta polarità dell’individuo in quanto tale.
Ma Auto da fé è pieno anche di profezie più o meno facete.
Canetti, nel 1935, dipinge a modo suo un Fischer[le] “campione mondiale” di scacchi (avverrà nel 1972), e un “portiere” di cognome Pfaff (difenderà i pali del Belgio negli anni ’80). Infine riesce a predirsi perfino il Nobel.
…a parte l’ultimo, questi dati critici così significanti potevo coglierli solo io, onnivoro sportivo da poltrona…
Annunci

4 Risposte

  1. Prendo nota diligentemente, Natale è alle porte e IBS gongola .
    Da me puoi scaricare qualche Celeste Aida ; alcune non sono propriamente celesti 🙂
    Complimenti trasversali alla neo laureata.

  2. Caro Bob,
    ho letto il tuo post tutto d’un fiato. Ti scopro ora lettore attento – attentissimo ai dettagli – e raffinato.
    Mi piacerebbe, una volta che ti sei sorbito anche “Masse e potere” riprendere con te il discorso su Canetti, un mio autore di riferimento.libro ci sono intuizioni fulminanti, che vanno ben oltre Freud, ad esempio sulla paranoia come malattia del potere, dei potenti (vedi la sua analisi sul Caso Schreber e confrontala con l’analisi molto più riduttiva, anche se acuta, come sempre, di Freud).
    La sociofobia, alla quale accenni con amabile ironia ed autoironia, ha qualcosa a che vedere, a mio parere, con la paranoia…
    Ogni tanto ripenso a questo nodo. Recentemente ne ho parlato in classe, con i miei studenti, ottenendo interessanti riscontri.
    Ora ti saluto
    Mario
    PS
    Nel mio (oramai penultimo) post – spero tu l’abbia verificato – ho sweguìto il tuo suggerimento modificando la mia poesia. Bye.

  3. ancora “intersezioni” tra i nostri percorsi?…una poesia occasionata da Tristano e Isotta, chez moi, aspetta un tuo commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...