ogni sorta di gente (tutt’altro che) dozzinale

sorpresa: l’allestimento originale del Falstaff che debutta venerdì regge piuttosto bene. Regia e costumi sono realizzati con consapevolezza di quella irriducibilità di cui parlammo, e la componente fauve è presente massimamente in personaggi di contorno – Bardolfo, Pistola, il coro di bikers & punkettes, fino al taverniere con grembiule a quadri – optando per gli altri casi per una più impersonale e remota tenuta a volte maigrittiana (Cajus), a volte cricket club (Ford e Fenton), generalmente borghese di inizio novecento (le comari). Falstaff è invece quasi sempre in lenzuola e panni che, proprio come il suo personaggio, hanno una loro "valenza universale e diacronica" e ben potrebbero essere anche "Elisabettiani"; salvo il corteggiamento di Alice in cui, irresistibile, sfoggia una mise da rampollo in spider… tutto sommato, la temuta attualizzazione conserva, oltre ad un persistente iato coi giorni nostri, un tono leggero che non si sovrappone alla fondamentale psicologia dei personaggi e permette di goderne appieno. Anche le scene denotano estrema sobrietà di fondo.
Infine si segnala la sottolineatura del carattere onirico nella scena finale del bosco delle fate, che però al sottoscritto non ha suggerito eclatanti piani di lettura o sconvolgenti (ri)pensamenti ermeneutici.
Atteso che era una prova generale non mi soffermo sul cast: cantanti orchestra e Zubin si sono disimpegnati bene, con la sola eccezione di un primissimo quadro un po’ soporifero. Applausi e bravo! in abbondanza.
VIP watching: proprio dietro di me c’era il regista Luca Ronconi con un suo assistente, ed il caso ha voluto che di là dal mio corridoio ci fosse il giovane Maestro veneziano Silvia Casarin, giunta in riva d’Arno per salutare ed ammirare l’arte di Mehta, con la quale ho avuto modo di conversare un poco dei suoi recenti e prossimi impegni.

Annunci

7 Risposte

  1. Si, conversare….ci stavi provando !
    E poi hai avuto la facciatosta di dire “te la volevo presentare”….
    Saluti
    D.C.

  2. eddai che poi la gente ci crede….

  3. io non sono anonima … uff.
    bacio
    P.

  4. basta la P. arola 😉
    baci

    PS stasera spero tanto di mandarti un sms 😛

  5. Potrei mandartelo io … 😛

  6. Insomma, ci hai parlato o no???
    Io ho ricevuto qualche mail di protesta per le mie recensioni , ed ho dovuto replicare citando i Grandi 🙂
    Ciao, Bob.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...