comunione dei beni

in tempi in cui perfino Giuda è ammesso al tribunale del riesame, figurarsi se l’ortodossia enciclopedica musicale si poteva salvare.
Circola da qualche giorno online la notizia (qui in italiano) per cui gli studi del prof. Martin Jarvis alla Charles Darwin University, Darwin, Australia, lo portano ad affermare che le Suites per violoncello solo del grande Johann Sebastian Bach siano, in realtà, opera della moglie Anna Magdalena. Questo farebbero pensare i rilievi calligrafici compiuti dall’accademico sulle partiture originali come pure sulle copie berlinesi ed americane.
Sinceramente non riesco ad appassionarmi alla vicenda, che pure è di portata rivoluzionaria, non fosse perché porterebbe a rinominare uno dei migliori blog che seguo. (smile). Il punto è che non capisco come si possa risalire univocamente dal dato calligrafico alla maternità della partitura, evitando l’assunto notorio che Anna trascrisse non poche partiture di JS – per una ricognizione delle quali si frughi in questa pagina.
Questo sarebbe forse più semplice se si conoscesse uno stile musicale proprio di Madame Bach, cosa che ovviamente non è data. E che tende infatti ad essere riempita analogicamente con una certa pericolosità espressiva, leggi quella frase di Jarvis un poco incresciosa alle mie orecchie: it doesn’t sound musically mature. It sounds like an exercise, and you have to work incredibly hard to make it sound like a piece of music. Questo riferito non solo alle Suites, ma addirittura al primo preludio del ClavicembaloBT (chiaramente imparentato armonicamente al preludio della prima suite), ed addirittura all’Aria delle Goldberg, tutto da Jarvis ricondotto ad Anna…
Attendiamo con malcelato…. maschilismo? niente affatto: conservatorismo. Perché se le suites sono "esercizio" e non genio (di Anna o JS), allora è proprio finita, chiudiamo baracca.

Annunci

5 Risposte

  1. E se il Prof. Jarvis, pur appartenendo alla Charles Darwin University, Darwin, Australia, non si fosse evoluto?
    Magari è rimasto allo stato marsupiale…
    Questo per dire che mi sembra una boiata pazzesca.
    Con tutto il rispetto per Frau Anna Magdalena.

  2. Ti ringrazio della citazione del blog, anche se ormai non viene più aggiornato.

    Non riesco a visualizzare la pagina della notizia in italiano ma il resoconto mi lascia perplesso.

    Se capisco bene le argomentazioni dell’autore si basano sull’ipotesi che la scrittura di Anna Magdalena,
    usando una tecnica forense per analizzare la scrittura manoscritta, farebbe presupporre che stava lavorando su una composizione in abbozzo.

    Bah non saprei che dire, tali argomentazioni mi lasciano perplesso.

    Ma arrivare a dire che la musica manoscritta di A. M. non sembra musicalmente matura, che appare come un esercizio, sembra più una provocazione, una trovata per farsi pubblicità.

    Quanto al fatto che si debba lavorare duramente affinché suoni come un brano musicale, si può essere d’accordo, ma non nel senso che intende l’autore, ma nel senso che la sua trama, e mi riferisco alle suites per cello, nasconde una interna polifonia da cui risulta impossibile suonare questa musica senza averne capito l’intima struttura.

    La cosa che lascia più perplesso e che Yo Tomita il cui sito rappresenta uno dei più importanti su Bach consideri la scoperta “highly important.”

    Ma ripeto, sembrano trovate più per autosponsorizzazione, che denotano o una mala fede od una profonda ignoranza musicale.

    A proposito di sponsorizzazione, un piccolo rimprovero, non hai più un link al mio impegno sul web! ti suggerisco questo:

    http://xoomer.virgilio.it/alessandro_corti/index.htm

    ciao

  3. come si dice a parigi: chè sadda fa pè magnà!!!!! All’esimio prof Jarvis dedichiamo il suono in dodici battute – con corona ad libitum.., che Eduardo De Filippo, in un suo film, chiama -diabolicamente- Il Pernacchio!!!!!

    PS: il Pernigotti della nonna è bellissimo, da accomapgnare rigorosamente con rosolio e delicate lingue di gatto .. ;-))

  4. posso permettermi di chiedere un aiuto? cerco notizie sulla vita di Gianna D’Angelo, sono sicuro che sarete così gentili da darmi tutte le informazioni utili… grazie in anticipo..

  5. Alessandro: ritocco il link alla notizia italiana en passant (errore tecnico)
    sull’altro provvedo appena il mio boss in ufficio si gira.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...