la lettera scarlatta

Beppe Grillo [ti prego Beppe, se mi leggi modera lo spazio commenti che ormai non si segue più!] ha pubblicato sul suo blog una lettera del Maestro Claudio Abbado dal Venezuela: now that’s what I call being a blogstar.
Il grande direttore illustra prerogative e risultati della formazione musicale di quel paese, e prende lo spunto dalla ricchezza petrolifera venezuelana per affrontare altri temi di politica economico-energetica.
E’ una testimonianza interessante, ed andrebbe approfondita dal lato musicale.
Come mai il Venezuela, quanto a giovani talenti di caratura internazionale, ci sta superando??
Prevedo però che, anche nella tematica e nella proposta musicale, Abbado sarà  "smontato" attraverso la regola del complotto e quella della "inattendibilità del teste".
E’ di sinistra, quindi ciò che dice non merita di essere commentato. Anzi, con un circolo vizioso, ciò che dice (o dove lo dice) lo qualifica di sinistra quindi ciò che dice non merita di essere commentato. Non si entra più nel merito: si "deliba" (come con uno scanner), suona il campanello rosso d’allarme, si cestina il tutto.
E questo vale anche per chi trova i suoi spunti meritevoli.
In questo paese abbiamo perso di vista, per triti motivi elettorali e per una efficace campagna mediatica, che esprimere le proprie opinioni fattuali e vederle argomentate e controargomentate è una facoltà inalienabile del pensiero.
Il mio professore di filosofia del diritto, Luigi Lombardi Vallauri, mi ha insegnato che quasi nessuna attività cerebrale può dirsi "apolitica", perché ogni atto interpretativo della realtà, essendo un atto di scelta tra più interpretazioni possibili, è atto politico. I tentativi kelseniani di una Reine rechtslehre (dottrina pura del diritto) naufragano inevitabilmente.
Delegittimando l’argomento in schieramento, abbiamo anestetizzato il neurone italico.

Annunci

5 Risposte

  1. Accidenti, mi ha fatto troppo ridere ‘sta cosa, stessa scelta del titolo del post!
    Tu dai spazio alla parte prettamente musicale io a quella ecologica .
    Ciao !

  2. flic e floc!
    avendo tu diritto di precedenza, e pensando alla sua parte musicale chiamerò questo post la lettera Scarlatti 😀

  3. Grazie per aver segnalato la lettera Scarlatta o Scarlatti. Ci ho fatto un giro e in effetti c’è una caterva di commenti assolutamente fuori tema, alcuni ripetuti… un macello. Ma la lettera è bella e fa riflettere ancora una volta sulla scarsa educazione (nel senso più alto del termine) musicale del nostro Paese. Ciao,
    Rita Charbonnier

  4. Ti ho appena messo nella mia lista di link – Amici Blogger! Avrei dovuto farlo da un pezzo, in effetti… meglio tardi che mai…
    Ciao, Rita Charbonnier

  5. grazie Rita! dillo a me, se dico che ho dei tempi da bradipo vengo querelato dal sindacato bradipi. 🙂
    ti ringrazio di cuore e tengo traccia per presto contraccambiare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...