125 milioni di Cazzato

alla ripresa postnatalizia, stropicciando gli occhi, il blog quasi si dimenticava di effettuare un flashback al 23 dicembre scorso, quando ebbe modo di assistere, al Teatro Verdi, al Concerto ad inviti organizzato da Carifirenze. Si esibivano Orcafi e Coro Polifonico del Caricentro: quest’ultimo un ensemble particolarmente lodevole, formato da part-timers appassionati e motivati, con ottimi risultati. Sul podio, Giuseppe Lanzetta – che poi sarebbe stato impegnato la notte del 31 in piazza Signoria – dirigeva la sinfonia n. 29 e la Messa per l’Incoronazione di Mozart. La quale più della sinfonia, ascoltata tante volte dagli stessi rodatissimi orchestra e direttore in Orsanmichele, mi incuriosiva.L’esecuzione è stata valida soprattutto nel Credo e nell’Agnus Dei, che come alcuni sapranno costituisce un banco di prova importante per il soprano, oltre ad annoverare la matrice melodica della parte della Contessa nelle Nozze di Figaro.
E proprio il soprano – pur nella bontà di esiti degli altri tre cantanti, Scivoletto, De Lisi e Guinis – è stata la vincitrice del cimento. Cecilia Cazzato, ventiseienne solista nata a Fiesole, ha sfoggiato sicurezza, estensione e un bellissimo, quasi verginale timbro.
Ripercorrendo il suo curriculum, mi accorgo di averla già ascoltata il 20 marzo 2003, giorno della mia prima recensione cartacea, in Milhaud (Trois operas minute) e Russo (Il marinaio). Pur nella eccellenza di esiti della serata, soprattutto per la splendida e difficile opera del contemporaneo Angelo Russo, non la citai tra i solisti di maggior resa. Dormivo io o è molto maturata lei? Quel che importa è l’esecuzione del 23 ci ha messi d’accordo in un plauso incondizionato.
Auguro a questa giovane artista – peraltro già in catalogo Tactus e Bongiovanni; molto attenta al contemporaneo – oltre a Russo: Tutino, Vacchi, Globokar…; e che vanta collaborazioni con l’eccellente Maestro Rinaldo Alessandrini per la musica antica – di dare ogni sfogo al suo consistente talento.
Annunci

5 Risposte

  1. Sono commossa dal tuo commento
    Una corista del “Caricoro”
    Namasté

  2. grazie a voi tutti per la ottima interpretazione e soprattutto per l’impegno quotidiano al servizio della Musica! E’ stata una serata gradevolissima.

  3. ma voi vi conoscete!
    il mondo della rete è davvero piccolo :-))

  4. Non ci conosciamo, anzi sono capitata su questo blog da un link su Scaffaleaperto
    Namasté

  5. davvero, anch’io sono capitata qui per caso, e anch’io sono commossa: sono la mamma della soprano, e mi sono persa il concerto perchè Cecilia aveva diffidato parenti e amici dal farsi vedere: non voleva deluderci…che peccato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...