Tancredi in guerra

Le prove generali del Tancredi, terminate tre ore fa, sono state investite in pieno dal clima che si respira in questi giorni, e chissà per quanti altri giorni ancora. Tutti, dagli addetti ai lavori al semplice appassionato, hanno un certo carico di apprensione e partecipano almeno mentalmente della mobilitazione per evitare la smobilitazione. In questo senso particolarmente importante è lo spettacolo gratuito di domani sera, che si propone di coinvolgere la più vasta fetta di pubblico, per dimostrare – nonostante i disagi dello sciopero – vicinanza alla città e riceverne a propria volta adesione e sostegno. Leggi comunicato del teatro col programma e volantino distribuitoci nell’intervallo. Come si suol dire, accorrete numerosi.
In questi tempi tumultuosi, le cose buone ci sono comunque state, eccome.

In primo luogo la vocalità cristallina di Mariola Cantatero, perfetta nel calante, ottima nella coloratura, autrice di una splendida "aria del carcere". Mi è piaciuta anche la bacchetta di Riccardo Frizza, giovane direttore bresciano dalla gestualità sicura ed arricchita (usa anche il respiro a chiedere maggior coinvolgimento orchestrale) e soprattutto dalla capacità di rendere serica e sottile la trama orchestrale, ad agevolare le asperità del canto. Molto buono il sinfonico che si snoda lungo tutto il secondo atto, si potrebbe osare di più sulle dinamiche dell’ouverture. Sul Coro è ormai un ripetersi ostinato di lodi meritate, recita dopo recita: oggi ha avuto anche il potere taumaturgico di scuotere un andamento un po’ lento del primo atto. Scenografia e regia di Pier Luigi Pizzi (ripresa da M.Gasparon), saldamente neoclassiche ed ariose, piaceranno particolarmente a chi non aveva avuto molto a genio le recenti modernità lombardocrociate. Regge il resto del cast, anche se nei restanti giorni dovrà lavorare – soprattutto il pur esteso Tancredi di Annarita Gemmabella – su omogeneità di registro e intensità drammatica. Ha tempo per farlo, dacché pur sempre di prova si tratta.
Ricordo nuovamente, infine, che i ruoli principali del cast stesso si alterneranno.
Annunci

2 Risposte

  1. hai dimenticato di citare Marco Spotti…
    ;-P

  2. credimi, si è difeso bene.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...