Le matin poétique.

(sinfonia in 4 movimenti).

I. Moderato – alle nove e trenta di ieri mi chiama l’Editore. Vediamoci prossima settimana, voglio parlarti. Cerco di carpirgli qualcosa, ma niente. La sorpresa fa posto al pronostico: "Vedi , Bob, esistono tante altre opportunità. Il settore agricolo del nord est, ad esempio…"

II. Scherzo: Allegretto giocoso – la cassetta della posta contiene l’antologia di Stagionalia ed uno spiegazzato attestato. La mia poesia sta tra le prime segnalate. Alle autorità competenti. Però, dai, messa così non è quello schifo. Un po’ troppo sul filo enigmistico-zanzottiano, filo che sto convintamente abbandonando. Infatti è risalente.

Del resto io ai concorsi solitamente riciclo (dopo un po’ di limatura) le poesie che dedico alle ragazze che poi vanno coi calciatori aut similia. Non ci porto mai le mie ultime cose, di cui sono più geloso. L’autocompiacimento si stempera nella lettura degli altri concorrenti (niente male, Farouche!). Ravviso nettamente i gusti pastello della giuria scorrendo in rassegna i vincitori, e mi fermo per una fortunata casualità su un gustoso racconto che ha a che fare col mondo dell’opera. Già dal titolo: Verde aprile, lieto maggio… Penso che mi piacerebbe ospitarlo qui, ma prima devo chiedere il permesso all’Autrice che si chiama Chiara Prezzavento ed è di Mantova.

III. Lento: SognanteVia Guelfa, appena oltre l’angolo con via Nazionale. Parole di un certo Pasquale di Napoli, che campeggiano sul giallo assolato dei muri. Spero di essermele ben ricordate.

V   A   L  E   N   T   I   N   A
pianti gli occhi in testa
e muoio,
quasi.

Ne memorizzo incuriosito la geometria digradante e le possibili rampe di lancio del senso. Prima di tutto quel "pianti" spersonalizzato di destinatario. Poi quel "quasi". Che odora di rinsavimento. E che mi fa pensare a Sabbatini quando, provando una Traviata, insisteva col direttore (Oren?) che nei bollenti spiriti, giunto all’ Io vivo quasi, l’enfasi dovesse andare proprio lì. Ma i contesti sono opposti, perché la conquista è inattuata per Pasquale e attuata per Alfredo. Il quale, così, sembra che dica: sto bene ma devo ricordarmi che sono uno da Billionaire.
Questi accostamenti mi tengono impegnato fino in Santa Reparata.

IV. Finale: Maestoso e misterioso – sbrigate alcune commissioni, risalgo per piazza Indipendenza e mi metto a fare statue-watching. Da qualche tempo infatti vorrei dedicare qualche verso alla statua di Bettino Ricasoli che ivi campeggia dal lato Lavagnini (di là c’è Ubaldino Peruzzi). I motivi e le tematiche che vorrò svolgere sono personali, ma devo investigarne un poco anche l’estrinseco. Il fascino del personaggio, così storico e sottile al tempo stesso, è evidente… ma cribbio, cosa simboleggia quel tre fatto con la mano destra? Le tre guerre di indipendenza? la massoneria? Il Kosovo? Freddie Mercury?
E come fa quella che appare proprio una carta nella mano sinistra (lo statuto albertino?) ad essere in realtà un cappello a scatto (gibus) come sostengono queste memorie? Lo teneva nella destra e glielo hanno tolto? No, perché si legge che lo porgeva. Allora hanno fatto un ritocco volante? O è proprio un gibus? Complice il caldo, vado in corto circuito. Fiorentini, facciamo un gruppo di lavoro + tenzone poetica sotto la statua? Se non altro, se ci vedono fissi in loco e sguardo in su per ore, magari in piedi, ci rimediamo una pensione per infermità mentale.

(applausi, fischi, pomodori a scelta).

Annunci

6 Risposte

  1. uva passa e fichi secchi
    🙂

  2. posso, caro, invitarti a leggere e a considerare alcuni aforismi di pound? immagini dove ti vorrei portare? 🙂

    http://www.ilcaffediamilga.it/cgi_bin/wwwthreads/showpost.cgi?Board=CafeAmilga&Number=6281&page=0&view=collapsed&mode=flat&sb=5

  3. d’apres Lotitò: veni, vidi, vici scrissi pure qualcosa 🙂

  4. uh, poi passeremo anche agli aforismi sui critici… :))

  5. Grazie Bob, ricevuta!
    Ho apprezzato molto la tua bella estate!e vado a scriverti… a dopo!

  6. oh, toh! io Chiara Prezzavento la conosco! adesso glielo dico che l’hai citata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...