trilogie

in questi giorni indugio poco sulla classica, fortuna che la settimana entrante mi viene incontro con almeno tre eventi tre (cfr. "agenda fiorentina"). Quella invece che sta terminando è stata pressoché priva di musiche belle. Tre orrori su tutto (il primo solo in audio, il secondo e il terzo in rotazione su sky classica):
l’indisponente Dulcamara di Spiro Malas nell’Elisir pavarottiano, già bollato da Amfortas. Un conto sono il grotesque e la maniera, un conto è voler cantare come  "la rana dalla bocca larga" della barzelletta;
la timbrica della ouverture delle Nozze di Figaro dirette da Nikolaus Harnoncourt. Il suono dei fiati (ad orecchio, dell’epoca) ti fa capire quanto provvida sia stata l’evoluzione storica degli strumenti;
la Nona di Schubert, trasformata dal mio altrimenti amatissimo Leonard Bernstein in una fanfara dei bersaglieri (cfr. lo scherzo).
Ho infranto qualche vostro mito?
Annunci

9 Risposte

  1. > Un conto sono il grotesque e la maniera, un conto è voler cantare come “la rana dalla bocca larga” della barzelletta

    ecco, appunto. erano giorni che non riuscivo a focalizzare a cosa somigliasse quell’ignobile “UDDEEEEEEEEETEEEEEEEE, UDDEEEEEEETEEEEE O RUSTECEEEEEEEEE”…

  2. p.s.: una prece per Ghena Dimitrova, comunque.
    😦

  3. oh mammamia, se ne vanno proprio tutti!
    non sapevo. sigh.
    http://tinyurl.com/95atf

  4. Dobbiamo farcene una ragione: i miti tendono ad invecchiare.(anche se, ahimè, non era certo il caso di Ghena…)

  5. Io invece vengo oggi dall’ascolto (faccio le cose col ‘contagocce’) delle note tratte da ‘film bianco’ (dvd) – un tema che forse dopo, non so, non ricordo (..ma sicuramente) è ripreso nel film, ma in un breve tratto all’inizio fra la pubblicità e l’indice ‘titoli’ o qualc del genere, in cui si vede un’immagine che è uno sguardo e dura il tempo dello scorrimento degli occhi su di un pettine fra le mani, .. sono bellissime
    scusa se non tanto in tema con blog

    C.

  6. Quali sono le cose inesatte? Cmq non so chi esegue..ho fatto solo una cernita di quelli che a me sembravano i più bei brani.
    Ps: vorrei ricordarti che Rachmaninov era il soggetto per cui mi dicesti: non è nelle mie….!

  7. è vero, vo’ fare ammenda, come dice Otello. Quanto alle modifiche, hai confuso talvolta Mozart con Beethoven etc., ti mando la scaletta giusta…

  8. 🙂 ah sai credo di aver capito..e credo che l’errore l’ho fatto proprio io. Era giusto come l’avevo scaricata ma ero straconvintissima che fosse di Beethoven ed ho corretto io.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...