audizioni

La rivincita dell’ascolto sulla vista. Riguardo alla  serata di ieri posso dire, oltre che della magniloquente bellezza di villa Bruguier e del suo panorama, del fatto che le già belle poesie premiate sono state davvero innalzate, qualitativamente parlando, dalla lettura raffinata e solo apparentemente fauve di Giuliano Parenti e dalla quella più classicamente sensistica di Simona Bottiglioni. Una buona occasione di ripensamento critico per il mio stile che invece vedo più volto alla lettura silenziosa!
I vincitori, i cui nomi presto appariranno nella pagina delle news, sono accomunati da una forte densità etica e discorsiva, e come tali mi si risvegliano il giorno dopo, leggendo il cartaceo – la parola ben detta, in questo caso, ha aumentato la loro essenza cromatica.

Per quel che un po’ di più mi compete, sono contento degli scroscianti applausi dedicati a Genni Tommasi (arpa) e Federico Pietroni (chitarra e percussioni) docenti della Civica Scuola di Musica di Capannori, ma anche compositori focalizzati su varie istanze etnomusicali. Dopo l’assolo iniziale della Sicilienne Variée per arpa del contemporaneo Jean Michel Damase, tema con variazioni in stile neoclassico ma con una marcata e crescente verve dinamica, il duo, oltre ad accompagnare la lettura dei testi vincitori, ha proposto due pregevoli brani dello stesso Pietroni, Zarpa e Zorongo, di cui potete gustarvi un assaggio dal loro citato sito www.etnoclassic.it (cliccando su "la musica").

Annunci

2 Risposte

  1. vado ad assaggiare, thx

  2. non mi è sfuggito il tuo post sulla prima di brahms. presto ci aggiungo le mie versioni preferite 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...