mosca bianca

Sono tre i motivi per cui propongo il deuxieme etude di Philip Glass, pour les harmonies descendants si potrebbe battezzare, con questa funzione della prima nota della quartina ed un pedale della mano sinistra – che in questo campionamento per forza di cose sentite poco. Lo abbiamo ascoltato a Prato; mi piace e mi fa pensare costantemente a qualche passaggio del noto preludio Bachiano in do maggiore; è davvero un momento di felicità interpretativa rarissimo in un disco  prescindibile (mi rendo conto di offendere il nume PG) per breve durata, scarsa ispirazione e questionabile tecnica. I commenti lasciati sulla pagina di Amazon mi trovano per lo più pienamente d’accordo.

Annunci

Una Risposta

  1. ‘azz p.glass che bello che è….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...