elitarismo? non direi

A volte ho trovato in alcuni amici preconcetti legati al fatto che la classica è un’esperienza elitaria (sic) soprattutto sotto il profilo del costo degli spettacoli.
Questo è vero solo se non ci si guarda intorno e ci si limita al battage dei grandi teatri!
Ma sapendo scegliere è spesso più conveniente seguire la classica che altri generi musicali!
Il bel concerto di Martinu qui sotto era completamente gratuito.
E con dieci euro si poteva / si può ancora assistere ad una performance del più grande flautista contemporaneo, sicuramente il migliore specialista dal novecento in su, dedicatario di opere di mostri sacri della nuova musica. Fabbriciani si è esibito il 22 alla Sala Vanni con musiche di Nono (ero fuori città purtroppo) e bisserà, con un differente programma, sempre nell’ambito del Gamo, giovedì 9 dicembre.
En attendant, mi sono gratificato con un acquisto del suo live presso il “patrio” Castello di Sogna, nell’ambito di un progetto discografico ambizioso e accattivante.
E’ una performance che rivela, come spesso avviene, la poliedricità esecutiva di Fabbriciani e l’attenzione verso quel cubo a seimila facce che è la contemporanea. Il repertorio di questo solista è sterminato e il più possibile eterogeneo, e nello stesso doppio cd si passa da un marcato e sicuramente affascinante impianto melodico (Cantarelli, lo stesso Fabbriciani come autore), alla più spinta rarefazione del tessuto (l’asciutto lirismo di Salvatore Sciarrino), alla ortodossia di Luigi Nono ed in minor misura di  Bruno Maderna, passando per l’attenzione alle modalità extraeuropee (Isang Yun, Piazzolla).
Nel mio taccuino mentale rimugino  sull’abbinamento compositivo del flauto contemporaneo del nastro magnetico cui spesso gli autori addivengono. Confessione a volte di insufficienza dello strumento, scavalcamento delle possibilità del flauto, ma quasi sempre attuato attraverso salti nella dimensione dell’extra- (o del meta-) sonoro, del rumore di fondo-rumore di vita, della testimonianza uditiva come fatto contenutistico e rappresentativo che interloquisce con la pura musicalità dello strumento, su piani differenti.










Annunci

Una Risposta

  1. OMMIODDIO, lei è anche simpatico, bisogna farlo sapere al mondo dei viventi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...