la poesia uccide?

questa settimana è stata caratterizzata da premonizioni.
mercoledì sera, a casa, ho interrotto bruscamente gli spettatori di Anderlecht-Inter dicendo “Fermi, fermi! Goal, goal!”, mentre la palla era sulla bandierina.
Alla battuta, Adriano ha segnato il 2-0
ieri mattina ho ascoltato il Bolero di Maurice Ravel ed ho pensato ad un ricordo del passato, ad una danza improvvisata sul parquet di camera mia, sullo stile Rooftop Action (cfr. da qualche parte nel blog). L’ho risistemata in uno scomparto del cervello dedicato ai bei ricordi, accanto ad Elgar, Chopin e Philip Glass. Nel tardo pomeriggio vengo a sapere che la danzatrice ha deciso – con la giusta rilassatezza – di riconfluire nel suo mare…
infine oggi , dopo aver dato un esuberante buongiorno ad Ele, scopro che finalmente ha tolto la password dal blog, almeno in via provvisoria. Una manna per chi come me crede nei news aggregator: il feed era infatti bloccato.

In questo bailamme di bei pensieri, una nota divertentissima ma assai dolente come auspicio.
La cena di domenica sera (ottimo ristorante, testato per la prima volta), in cui si parlava inglese stanti i commensali multinazionali.
Il solito chiacchierone bob parla parla parla ed approda a parlare delle sue poesie.
Well my poetry is about…“. Al mio vicino Francesco va di traverso di brutto un boccone.
Io insisto sul contenuto dei miei scritti, e lui niente, prosegue ad agonizzare.
Poi tutto si tranquillizza ed il discorso cambia.
Dopo una mezz’oretta, ci riprovo “My poems…” E la tosse riparte, stavolta con l’acqua minerale.

Alla fine del pranzo lui tossisce autonomamente, per così dire, e sono io stavolta che inverto l’ordine e attacco a parlare delle mie poesie, così ci abbiamo riso sopra e buonanotte.
Mi sa che, se mai pubblicherò qualcosa, dovrò mettere in frontespizio un’avvertenza simile a quella che campeggia sui pacchetti di sigarette.


















Annunci

4 Risposte

  1. .. nuoce gravemente alla salute? Magari è la volta che vendi, la gente è autolesionista si sa.

    Ma il tuo *esuberante buongiorno* (…) sarebbe stato effetto della premonizione che io avrei tolto di lì a poco la password? Mah. Poi un giorno mi spiegherai a che caspita servono i feed rss, son due anni che ne sento parlare ma mica l’ho ancora capito. 🙂

  2. Vabeh, sì, ok.. ma *concretamente* a che servono? 🙂

  3. a farti una sorta di “preferiti” di splinder con tutti i blog che supportano un feed, non importa di quale piattaforma, attraverso un applicativo simile ad Outlook Xpress che legge le entrate dei blog e ti notifica quando sono aggiornati…
    8-D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...