so che nessuno riesc…

so che nessuno riesce più a dormire


dunque, con l’Epifania che tutto lo zampone che ho ingurgitato non riesce proprio a portarsi via, ecco la soluzione al quizzone natalizio.
Traduco dal libretto d’accompagnamento al cd (Concentus Musicus Wien diretto da Nikolaus Harnoncourt)

La cantata “Herz und Mund und Tat und Leben” (BWV 147) fu composta, nella sua forma attuale, per la festa della Visitazione di Maria (2 Luglio) 1723.
Bach aveva iniziato a lavorare su questa cantata a Weimar, concependola inizialmente per la Quarta domenica di Avvento 1716….

Ecco che dunque l’incongruenza sta nella diversa collocazione temporale e liturgica della cantata.
Avviene cioè che la sua parte finale, il corale Jesu bleibet meine Freunde, universalmente noto, che state ascoltando, sia spesso usata in occasione delle Festività più solenni, come appunto Natale, ma, Rachele docet, anche a Pasqua; anche a motivo del fatto che – nel linguaggio chiesastico musicale – il tempo e le figurazioni ternarie, oltre a simboleggiare la Trinità divina, significano anche gioia quando in un corale.

dai, non era così difficile….


PS un sentito ringraziamento ed “altrettantamento” a tutti coloro che mi hanno scritto e benaugurato durante queste feste talassomani.












Annunci

4 Risposte

  1. Ben tornato e grazie per la spiega

  2. Continuo a navigare nel buio. Pazienza. Un abbraccio e bentornato, Bob. Percival

  3. Ho fatto un post sul Corale, ciao aless

  4. grazie e ciao a tutti…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...