Montale su Traviata …

Montale su Traviata


“…bisognerebbe scrivere molte pagine per illustrare ciò che la Callas ottiene in Dite alla giovine, cantando come una cosa morta, come uno straccio inanimato”.


Oggi il Sole 24ore esce con allegata una selezione da Traviata Callas/Di Stefano/Giulini.
Questa la collana. Che, per inciso, starmerita in tutte le uscite. Anche per gli scritti che accompagnano il cd.

Incisione del 1955 questa in edicola, sempre molto meno “pompata” e celebrata di quella 1958 del Teatro Sao Carlos di Lisbona con Callas/Kraus/Ghione.
Pur non essendo un fan di Traviata (preferisco di gran lunga l’ultimo Verdi, quello di Otello e Falstaff), ho deciso che passerò al microscopio le due versioni poi saprò dirvi qualcosa. In pratica, si tratta di una finale Toyota-Traviata-Cup, dato che sul piano solistico non ci sono riscontri di simile eccellenza in altre edizioni – mentre purtroppo in entrambe queste dobbiamo sopportare la monofonia (male minore) e con l’effetto-friggitoria della “ripresa dal vivo”.
Sul piano solistico, dicevo. Sul piano direttoriale, invece, non si può non fare i conti col magistero toscaniniano (integralmente su Karadar!!) ed altrettanto importante è la registrazione in studio di Riccardo Muti con Renata Scotto ed Alfredo Kraus.








Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...