Da scoprire

Da scoprire

 

Forse l’avevo già scritto, ma Paul Kletzki, grande direttore polacco-svizzero di solida formazione ma la cui fama è stata sminuita dai monstres novecenteschi della bacchetta, è a mio parere il migliore interprete dell’Eroica di Beethoven. Ne ho ascoltate tante, ma solo in questa ritrovo una perfetta amalgama tra apollineo e dionisiaco, tra misura ed espressione: un esempio per tutti sono proprio i due perentori accordi iniziali prima del tema ai violoncelli, restituiti con eleganza drammatica e senza sfociare nella fanfara.
Ieri pomeriggio poi ho assistito ad un’esecuzione francese dei Quadri di Mussorgskij su “Classica”, potendo così ammirare lo stile direttoriale di Kletzki. Ancora buone impressioni: asciuttezza del gesto, ma soprattutto un’eccezionale e distesa mimica facciale, che lo rendeva in grado di guidare una sezione o d’indicare una colorazione anche solo con un’occhiata.
Una recensione molto positiva delle incisioni beethoveniane di Kletzki (per la Supraphon, da poco riedite). si trova qui.
Questa, invece, una breve nota biografica a margine di una compilation EMI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...